05/02/17

GLI ANIMALI DEL FENG SHUI - 1 Parte



LA CASA E’ COME UNA PERSONA
Il Feng Shui descrive in che modo ognuno di noi sceglie una casa che gli assomiglia, uno spazio per il quale sentiamo subito una risonanza, un feeling sia per il contesto esterno in cui è inserita l’abitazione sia per i percorsi e le disposizioni delle funzioni interne.
Il Feng Shui è conosciuto ai più come la disciplina che aiuta a progettare gli interni di casa per ricreare un ambiente confortevole e armonioso e benefico per chi ci vive. Per questo motivo, attraverso gli strumenti del Feng Shui, si analizzano e si correggono gli ambienti, la loro disposizione all’interno dell’abitazione, la posizione degli arredi principali, delle porte e delle finestre, la scelta dei colori, delle forme e dei materiali predominanti. I libri che si trovano nelle librerie, oltre a contenere talvolta molte sciocchezze e superstizioni popolari cinesi, che inficiano e inquinano la vera essenza del feng shui, si focalizzano solo sull’analisi degli interni di casa (spesso con consigli e interventi ridicoli). L’interno degli spazi è, dunque, molto importante per il benessere psico-fisico-emotivo dell’uomo, ma c’è un altro aspetto, spesso trascurato, che è altrettanto importante, se non fondamentale: l’esterno.

La scelta del luogo esterno, cioè dove effettivamente si trova l’abitazione e cosa c’è attorno alla stessa, fornisce tantissime informazioni sulle persone che vivono quello spazio: la capacità di prendere l’iniziativa e strutturarla, la propensione al cambiamento e alle novità, la spinta all’azione e la capacità di raccogliere i frutti del proprio lavoro. L’analisi dell’ambiente esterno racconta della qualità del proprio vissuto e del proprio percorso evolutivo, partendo dal passato, verificando come lo si vive ora nel presente e manifestando con quale attitudine ci si proietta verso il futuro. L’analisi esterna racconta dello stato psico-fisico delle figure maschili e femminili e del loro rapporto (sia se la casa è condivisa, ma anche se ci abita un single, in quanto manifesta la sua capacità di avviare una relazione). Questa prima osservazione rappresenta circa l’80% di un intervento Feng Shui ed è la parte più importante e nulla si trova nei libri che scenda nel dettaglio di questa analisi, occorre trovare una buona scuola di formazione che abbia alle spalle ricercatori e maestri preparati. Per comprendere il peso relativo dell’ambiente esterno e di quello interno sulla vita dell’uomo possiamo fare un esempio pratico: se nel retro di casa passano i binari di una ferrovia . . non è certamente mettendo un campanellino rosso alla finestra, che si potranno eliminare gli stimoli che quotidianamente si ricevono da quell’elemento ambientale artificiale (consigli che, purtroppo, si trovano in quasi tutti i libri commerciali di feng shui) 
Che fare dunque? Cambiare casa non è né facile, né veloce e non sempre possibile!
Lo scopo del Feng Shui è far comprendere in che modo l’uomo e l’ambiente esterno dialoghino tra loro e si influenzino continuamente, tenendo conto di quali stimoli si ricevono dall’esterno e cosa significhino questi stimoli nella nostra vita, in modo da guardare l’ambiente con più consapevolezza e attivarsi, come persona, per migliorare il benessere e  la qualità della propria vita. Soprattutto lo scopo del Feng Shui è fornire gli interventi necessari per modificare lo spazio esterno, laddove ci siano degli esterni di proprietà, e lo spazio interno (con i colori, tessuti, materiali, sistemazione dell’arredo e molto altro), per arrivare ad un’analisi completa dello spazio abitativo che, una volta modificato, riesca a supportare i bisogni più profondi e permetta di migliorare la qualità di vita degli abitanti.

Ogni essere umano presenta un “fronte” con il quale ci presentiamo al mondo, percepiamo e reagiamo agli stimoli ricevuti dall’ambiente esterno grazie a tutti i nostri 5 sensi, e un “retro” la nostra schiena che ci supporta e ci sostiene sia fisicamente che emotivamente nelle dinamiche evolutive della nostra vita.  La casa, proprio come un organismo, presenta un Retro e una Facciata che fungono rispettivamente, come per le persone, da sostegno stabile e sicuro su cui appoggiarsi per guardare davanti, diritto verso il nostro futuro. Individuare l’asse Retro-Facciata di una casa è il punto chiave di tutta la consulenza ed è anche il momento più impegnativo perché non è sempre così scontato o facile. Certe volte può essere immediato, altre volte richiede una verifica prolungata.
Il Feng Shui è una disciplina che trae origine da una civiltà amante della simbologia, ispirata agli animali soprattutto, per questo il retro di una casa viene rappresentato anche con la Tartaruga Nera e la Facciata è rappresentata con la Fenice Rossa.

La Tartaruga è il simbolo della solidità con il suo grande guscio e della sicurezza con la sua forma morbida e sinuosa, la sua calma e  stabilità. Queste sono le caratteristiche necessarie per sentirsi protetti, sicuri, tranquilli, difesi. I nostri 5 sensi non devono essere disturbati da percezioni sgradevoli legate ad un sentore di incertezza che sentiamo provenire “da dietro di noi”, non dobbiamo impegnare le nostre energie per “guardarci alle spalle” e mantenere alta lo stato di vigilanza per verificare di non essere “aggrediti” o sorpresi da dietro, con la sensazione di stare sempre “sul chi va là”. Come è possibile cogliere le opportunità del futuro se siamo impegnati a guardare dietro di noi?. La Tartaruga per la casa è come lo schienale per una sedia, sostiene, protegge e dà la sicurezza di non cadere. La Tartaruga Nera, nell’ambiente, è costituita da tutto ciò che si trova sul retro della nostra abitazione e che svolge la funzione di protezione. La sua forma, la sua dimensione e la sua distanza dalla casa dovrebbero essere tali da garantire questa funzione, per questo dovrebbe essere sufficientemente solida da poterci sostenere, ma non troppo incombente al punto di opprimere, né troppo esigua rispetto all’abitazione, al punto di non riuscire a svolgere il suo compito. Nella realtà urbana attuale non è facile trovare forme naturali che permettano di disporre la nostra casa con una buona Tartaruga, tuttavia può rispondere a tale necessità avere sul retro un palazzo, un volume, di più piani alto e solido e imponente, ma non opprimente. La qualità ambientale che si manifesta in Tartaruga racconta della qualità del nostro passato, della nostra salute, della nostra longevità, della nostra capacità di accumulare le risorse necessarie per il sostentamento sicuro della famiglia (risparmio). La Tartaruga assolve al soddisfacimento dei bisogni primari per lo sviluppo prospero della vita.
 

La Fenice, come avrete già capito, si trova dalla parte opposta alla Tartaruga ed è la facciata e viene raffigurata attraverso questo animale leggendario che nasce dalla propria cenere e vola, rinato e libero, sempre dritto davanti a sé. La qualità ambientale di ciò che io trovo nello spazio di fronte alla facciata, descrive la qualità della propria capacità a proiettarsi verso le occasioni della vita, di muoversi verso le opportunità. Più la visuale è ampia, libera e aperta, più ci sarà una buona attitudine verso il futuro. Come abbiamo detto sopra, l’uomo e l’ambiente esterno sono sistemi interdipendenti, si influenzano profondamente tra loro, per questo è importante comprendere come l’esterno viene percepito dall’interno della casa, cosa vedo dalle aperture posta in facciata? La qualità ambientale che si apre nello spazio davanti alla facciata, invierà stimoli agli abitanti di casa, influenzando la loro predisposizione d’animo quotidiana e di conseguenza la loro attitudine alla vita, perché la visuale è associata al futuro, alla libertà, alle possibilità e allo sviluppo. Una visuale libera e piacevole predispone serenamente ad andare avanti, ad accogliere le possibilità che il futuro offre, diversamente l’interazione quotidiana con una fenice più chiusa e raccolta convoglierà l’uso delle energie sul momento presente, avvertendo il futuro come momento verso il quale non si vuole spendere energie, per concentrarsi sul qui e ora.


Come l’uomo è dotato di un emisfero sinistro e un emisfero destro, che regolano specifiche funzioni e attività nel nostro corpo, anche la casa presenta elementi ambientali alla sua sinistra e alla sua destra che individuano  altri due animali simbolici.

Nel prossimo articolo vi faremo conoscere il Drago Verde e la Tigre Bianca.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...