22/03/16

ORDINE IN CASA, SPAZIO E TEMPO PER LA VITA

Guida all'ordine: La Cabina Armadio

Prosegue il nostro appuntamento mensile sul blog con la rubrica GUIDA ALL'ORDINE.
In questo articolo continueremo il discorso lasciato qualche post fa su come organizzare la camera da letto, procedendo e compeltandolo con alcuni esempi e "dritte" per allestire la sola stanza adibita a cabina armadio.


La cabina armadio è una grande risorsa contenitiva che risponde a esigenze di spazio per la collocazioni di abiti, scarpe e accessori (borse, zaini, foulard ecc…) e molto altro.
La cabina armadio può essere o una stanza a parte adiacente alla camera da letto o una porzione di camera adibita appositamente a cabina e quindi chiusa e strutturata per ospistare la funzione di guardaroba.
Ecco alcuni esempi tratti dal web.




Al di là delle scelte stilistiche, in questo articolo, ci soffermiamo sulle modalità di organizzare e suddividere l’area del guardaroba nel miglior modo possibile, affinchè il suo utilizzo risulti efficiente ed efficace per la sua destinazione d’uso.
Il guardaroba può essere progettato:
1.      Tutto chiuso
2.      Tutto a vista
3.      In parte a vista e in parte chiuso

Il PRIMO caso consiste nell’arredare il guardaroba con arredi e armadi chiusi, i quali, a seconda dello spazio a disposizione, saranno con ante a battenti o scorrevoli e progettati internamente come quanto previsto per la camera da letto senza cabina armadio (Guida all'Ordine: La Camera da Letto). In questo caso, fatta la lista delle cose che vanno riposte e utilizzate (quotidianamente e a stagione) ci si focalizza solo sulla progettazione dell’interno dell’armadio in modo da inserire ripiani (estraibili o meno), cassettiere, bastoni appendiabiti, ganci, scatole etichettate ecc…
Se si è in coppia, è bene fare una scelta consapevole:
1.      un armadio/arredo a ciascuno dei partner nel quale organizzare in maniera esclusiva le rispettive esigenze contenitive, e se rimane ulteriore spazio nell’ambiente, collocare arredi/cassettieri per elementi comuni da condividere.
2.      un armadio da dividere in due per gli abiti e i cambi di stagione e organizzare scarpe, accessori (borse, zaini, valige ecc…) e biancheria per la camera da letto in un'altra struttura.
Ecco alcuni esempi tratti dal web.



Il SECONDO caso, guardaroba tutto a vista, prevede una progettazione ad hoc dello spazio a disposizione, in modo che le cose di uso quotidiano siano a portata di mano, mentre quelle di uso stagionale od occasionale siano riposte sui piani piu alti, in scatole etichettate con l'indicazione del contenuto) o in appositi spazi con la protezione di copriabiti in plastica.
Il tutto a vista è reso possibile, in generale, da strutture con cremagliere e/o montanti (o altre soluzioni tecniche, anche su misura, che tengano conto del supporto nel quale andranno a fissarsi) alle quale sono agganciati e fissati ripiani, cassettiere, bastoni appendiabiti, ganci e accessori.
Questa scelta prevede che l’attenzione e la cura riposta all’ordine sia davvero metodica, in quanto in un guardaroba a vista, anche un piccolo fazzoletto fuori posto, rischia di farlo apparire in confusione, immagine ben lontana dalle cabine armadio perfette delle riviste! Per cui è bene riporre subito ogni cosa al suo posto e/o prevedere appositi attaccapanni per dar aria ai vestiti della giornata.
La sistemazione degli abiti, delle scarpe e degli accessori segue le indicazioni del primo caso, solo che qui l’ordine è ancora piu un elemento necessario, per far si che il guardaroba non diventi un ripostiglio poco curato, stanza che comunque in ogni casa non deve esserci, perché laddove c’è un ambiente disordinato e malorganizzato o con accumuli, significa che ci sono aspetti di noi che non sono integrati, elaborati o comunque che ci sembrano faticosi.
Ecco alcuni esempi di cabine armadio a vista tratti dal web.




Ecco alcuni esempi di moduli a cremagliera
Il TERZO caso è un mix tra armadiature chiuse e strutture a vista, una buona progettazione dello spazio e della collocazione degli oggetti permette di soddisfare il bisogno di chi vuole avere a colpo d’occhio una panoramica dei propri abiti e di chi preferisce un ordine “nascosto”.

In tutti e tre i casi ecco alcuni accorgimenti ulteriori da curare:

  • Se la metratura della stanza lo permette, è una buona idea sia stilistica che funzionale collocare una panca o un pouf (magari contenitivi a sua volta), una sedia o comunque una seduta comoda per il cambio d’abiti, scarpe e un tappeto.
  • Studiare attentamente la distribuzione e la tipologia delle luci utilizzate, che incidono moltissimo sulla percezione del colore degli abiti, visto che la maggior parte dei guardaroba sono privi di aperture finestrate.
 

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciaci il tuo commento . . farà crescere e migliorare il nostro blog!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...